Esperienze marine

Vi piacerebbe sentire il Mare Cantabrico? Scoprite le storie e i mestieri di questa enigmatica costa bagnata da acque che offrono esperienze irripetibili. Fate vedere la vostra bravura con la pesca, visitate un mercato del pesce e partecipate al peculiare sistema di vendita, imparate i metodi di conservazione dei prodotti ittici e visitate le zone di coltivazione di ostriche e di allevamento ittico: piscine naturali per mantenere in vita il pesce fresco e i frutti di mare che potrete degustare a tavola.

Di ritorno al portoDi ritorno al porto.
Pesca, confraternite e mercati

Il mare è stato una fonte di ricchezza per le famiglie di pescatori e marinai, diventando una delle sue principali risorse economiche a partire dalla caccia alle balene. In tutti i villaggi è possibile avvicinarsi al commercio tradizionale e godere delle varie modalità di pesca sportiva del Mare Cantabrico.

Più di centocinquanta specie diverse di pesci arrivano ai suoi porti, come: il bonito, la xarda (sgombro), il sugarello, il pixín (rana pescatrice), la tanuta, il sargo, il nasello e la triglia; frutti di mare come: la granceola, i cirripedi, il bugre (astice), la littorina, il ñocla (granciporro atlantico), l'andarica (granchio vellutato), e cefalopodi come: i polpi, i calamari e le seppie. Dobbiamo anche evidenziare il lavoro dei pescatori di avannotti di anguilla nei fiumi, nelle foci, negli estuari e nelle rías, svolto soprattutto nelle ore buie dei mesi autunnali e invernali. Il commercio, le arti e i prodotti ittici ispirano centri di interesse turistico come il Museo Marittimo delle Asturie, a Lluanco/Luanco, i centri di interpretazione "Historias del Mar", di Puerto de Vega e "Puerta del Mar", a L'Arena/San Juan de la Arena.

Museo marittimo delle Asturie (Gozón)Museo marittimo delle Asturie (Gozón).

Dalla ria di Tina Mayor fino a quella dell'Eo, approfondite lo stile di vita di molte generazioni di asturiani.

Allevamenti marittimi e acquacoltura

L'acqua del Mare Cantabrico entra ed esce costantemente dalle piscine degli allevamenti ittici, il che garantisce che i frutti di mare si sentano come nel proprio habitat e garantisce la migliore qualità. Qui possiamo trovare i migliori prodotti. La visita all'allevamento ittico di Antromero (Gozón) sarà una buona occasione per comprare i frutti di mare più freschi.

Consigliamo anche una visita al centro di coltivazione delle ostriche della Ria dell'Eo, al largo della costa di Castropol. Un'area di grande valore ecologico dove questa ricchezza naturale viene utilizzata per installare le griglie e posizionare le reti di ostriche. Il Mare Cantabrico le bagna due volte al giorno. Le ore senza acqua aiutano a far sviluppare ai molluschi un muscolo importante per tenersi chiusi. Questo fa sì che non sia necessario fornire loro alcun nutriente. Il loro processo di crescita fino alla raccolta è totalmente naturale. In questo modo viene venduto sul mercato un prodotto con qualità gastronomiche imbattibili. Degna di menzione è anche la coltivazione dei frutti di mare, principalmente di vongole, nella ría di Villaviciosa.

Prodotti del Mare CantabricoProdotti del Mare Cantabrico.
Alla sua attività puramente di pesca, si aggiunse la difesa dei porti dagli attacchi dei pirati e delle truppe straniere, così come la collaborazione nel trasporto di passeggeri e merci in America. Lungo la costa asturiana troverete diciotto confraternite con un'importante attività lavorativa e sociale. Da ovest a est, il calendario è pieno di bellissimi eventi festivi organizzati da questi gruppi, soprattutto nei mesi estivi.

Molte di queste confraternite gestiscono le rulas, il primo punto vendita dopo lo scarico delle barche. Vivrete una fantastica esperienza in mercati come Aviles e Puerto de Vega osservando da vicino il sistema di vendita al ribasso, dove il prezzo del pesce e dei frutti di mare del Mare Cantabrico si abbassa poco a poco fino a quando un acquirente finale lo compra.

I marinai prendono le decisioni importanti per la gilda nelle associazioni e nelle confraternite. Promuovono la pesca tradizionale, la cura dell'ambiente marino, le buone pratiche, la coltivazione responsabile e la freschezza delle catture..

Rula de Puerto de Vega (Navia)Rula de Puerto de Vega (Navia).

Conserve

Le procedure tradizionali e artigianali, come la salatura, la marinatura e l'aceto, hanno permesso all'industria conserviera di stabilirsi praticamente in tutti i porti asturiani, principalmente grazie alla manodopera femminile. Approfittando della fantastica materia prima delle acque del Mare Cantabrico, il grande boom è avvenuto grazie alle comunicazioni ferroviarie e all'introduzione dei contenitori di latta sul mercato. Ciò ha portato alla nascita di grandi aziende a livello nazionale, che oggi condividono un mercato con piccoli produttori.

L'ampia offerta dell'industria vi permetterà di assaggiare dal tradizionale bonito del Nord, le sardine, le acciughe, le cozze e i polpi, al caviale di oricios e il paté di granceola, lo scorfano o il bugre, per citare alcuni. Cogliete l'occasione per assaggiare i prodotti delle più grandi fabbriche di Gijón/Xixón, Avilés e Candás, con una mostra permanente sull'industria conserviera in una ex fabbrica, così come la produzione su piccola scala a Tapia de Casariego, Cudillero, Llastres/Lastres e Ribadesella/Ribeseya.

ConserveConserve.
Porti marittimi e turistici

Porto turistico di Gijón/XixónPorto turistico di Gijón/Xixón.
I porti di Avilés e Gijón/Xixón sono i più importanti del Principato. Spiccano per il volume di entrata di barche e catture. Si trovano tra i primi a livello statale per il loro traffico e offrono diversi moli per l'ormeggio. Quello di Avilés, di origine medievale e che agli inizi si distinse per il monopolio dello scarico del sale, ha banchine per uso commerciale, di pesca e turistico. Quest'ultima attività si svolge molto vicino al Centro Niemeyer, un magnifico complesso dal punto di vista architettonico, culturale e artistico. L'industrializzazione ha segnato la crescita di El Musel, a Gijón/Xixón, dedicata anche alle attività commerciali, al trasporto di merci e viaggiatori e alla pesca. La città più popolata delle Asturie mantiene vivo il suo forte legame con il Mare Cantabrico, che si riflette con particolare fascino nel quartiere di marinai di Cimavilla.

Porto di Llastres/Lastres (Colunga)Porto di Llastres/Lastres (Colunga).
Spiccano anche altri luoghi di mare di dimensioni minore come Puerto de Vega, L.luarca/Luarca, Cudillero, Lluanco/Luanco e Candás. Sull'ala orientale, rimarrete affascinati anche da Tazones, Llastres/Lastres, Ribadesella/Ribeseya y Llanes. Potrete godervi l'unicità di ciascuno di questi paesi e approfondire la loro relazione ancestrale con il Mare Cantabrico. Informazioni sui porti turistici, ideali per ormeggiare e godersi il mare.

Porti turistici

Subir arriba