Ricerca

Gastronomia.
Pensa con lo stomaco


La cucina asturiana ha il suo stile, non è una cucina qualsiasi. Apparentemente (e in parte anche nella realtà) si basa su piatti sostanziosi, che nel passato avevano un senso, giacché le attività principali degli asturiani erano l'industria mineraria e la siderurgia e bisognava ripristinare le forze. Ma le Asturie possiedono anche una gastronomia leggera: i suoi piatti di pesce e di frutti di mare hanno pochissime calorie, perciò i cuochi asturiani hanno a disposizione una vasta scelta.


Un viaggio non sarà mai completo senza sedersi ad un tavolo ed assaporare una "fabada" (zuppa di fagioli), un "cachopo" (specie di grande cotoletta con formaggio), una "longaniza di Avilés" (salame tipico), una "merluza del pincho" (Nasello) o delle cipolle farcite.

Da non perdere...
  • Museo del Sidro e visita con degustazione a un llagar (cantina).
  • Museo del Vino e visita con degustazione a una cantina di vino DOP Cangas.
  • Grotta-esposizione del formaggio Cabrales e visita con degustazione a un caseificio.
  • Asta dal vivo in un mercato di pescatori.
  • Dovete provare: fabada (zuppa di fagioli), cipolle farcite con tonno, arroz con leche (dessert tipico), casadiellas (dolce tipico), cachopo (cotoletta ripiena di formaggio), nasello o pixín al sidro (rana pescatrice al sidro), pote asturiano (bollito tipico), riso con pitu caleya (riso con pollo), tenera o cabritu asado (vitello o capretto arrosto).
  • Assapora le nostre specialità presso: Mesas de Asturias -Eccellenza Gastronomica- e "Sidrerías de Asturias"-Qualità Naturale-.
Cucina d'autore
Abbiamo stelle Michelin, Guisanderas, marchi di qualità come "Mesas de Asturias" o "Sidrerías de Asturias", bar-negozi, chigres (posti tradizionali nei quali si vende sidro, bar di paese, taverne, osterie), gastrobar e una cucina di fusione e di viaggio in espansione. Perché il cuoco asturiano, e soprattutto le nuove generazioni, difende il prodotto locale e a chilometri zero, lavora con i prodotti freschi della terra, ma non ha paura di inserire condimenti o contorni provenienti da lontano, se servono ad arricchire il piatto.

Il Principato, inoltre, ha creato marchi di qualità, grazie ai quali si può accedere ad un mare di sapori. "Mesas de Asturias" -Eccellenza gastronomica- è da molti anni nel settore. Più recente è "Sidrerías de Asturias" -Qualità naturale-.

Sidrerías (fabbriche di sidro) delle Asturie
Imperano anche i formaggi, che arrivano già all'impressionante quantità di 50 tipi diversi, e i prodotti del mare, che cambiano secondo la stagione. I re dell'inverno, gli oricios (ricci di mare), lasciano il posto a primavera alla granceola, che, a sua volta, lascia il trono al tonno bianco e all'astice in estate, che ricevono poi il cambio dall'anguilla cieca quando arriva l'autunno.

Formaggio Gamonéu DOP
Tutto ciò che mangiamo è innaffiato dal Sidro delle Asturie o dal vino di Cangas. Questa è la gastronomia delle Asturie, ricca e variata, tradizionale e all'avanguardia, con personalità e un discorso particolare... probabilmente è una delle dispense più complete e interessanti di tutta Spagna.

La fabada, il piatto più autentico

Il sidro, il liquido della patria

Asturie, la regione dei 50 formaggi

Passione per la carne

L'impagabile dispensa cantabrica

Vino di Cangas, viticoltura eroica

Siamo Bio per Natura

Amanti del dolce

Cuochi che lasciano il segno

100 ragioni per visitare le Asturie

Da non perdere...

Parla come un asturiano

Subir al inicio