Occidente la continua sorpresa


Non tutto il verde è uguale, né il mare batte allo stesso modo, né i passi nella foresta hanno lo stesso suono; nemmeno il clima crea lo stesso paesaggio nelle Asturie.

L'Occidente è di color argento, sembra un tetto di ardesia quando piove; terre piene di storia dove i Romani hanno lasciato il segno alla ricerca dell'oro e occupando i castros dei primi coloni. L'Occidente è fuoco e ferro, il martellamento della mazza nella fucina, i cortines (costruzioni di mattoni) in montagna che proteggono il miele dall'orso, il vino delle viti, le cascate che risuonano nelle foreste o le trote e i salmoni che si lasciano intravedere nell'Eo.

È facile innamorarsi dei mari di nebbia, delle impressionanti brañas vaqueiras, dei riflessi del paesaggio nel bacino della Florida o di Pilotuerto o degli alti pascoli nelle montagne dove i teitos (tetti) ci mostrano una cultura e uno stile di vita che si rifiuta di scomparire.
Reservoir PilotuertoReservoir Pilotuerto (Tineo).
Questo, senza dimenticare gli hórreos con il tetto vegetale o i cabazos, i quali convivono in alcune zone vicine alla Galizia, e che sono edifici tradizionali dove vengono conservati grano e cibo nei villaggi oltre che nelle paneras.
San Martín de OscosSan Martín de Oscos.

Montagna, sì. Laghi, anche. E itinerari per tutti i gusti. E anche mare. Un sacco di mare e molte spiagge seducenti.

E in questo andirivieni, molti piccoli villaggi autentici con gente del posto. Amanti delle tradizioni e dei mestieri dimenticati che amano parlare con coloro che mostrano interesse. Queste persone, come in tutte le Asturie, che con la loro semplicità e simpatia conquistano i viaggiatori che percorrono questa terra per capirla e godersela meglio.
Spiaggia di PenarrondaSpiaggia di Penarronda.
Subir al inicio