Invia Stampa
San Esteban de Pravia
San Esteban de Pravia (Muros de Nalón)
Contatti Indirizzi
Punto de Información Turística: Casto Plasencia. 33130. San Esteban de Pravia
Telefono
985 580 379 / 985 583 030 (Ayuntamiento)
Email turismo@murosdenalon.es Web
    • Casco Histórico.
    • Puerto.
    • Ruta de los Miradores.
    • Playa de Aguilar.
  • Por la autovía A-8 y las carreteras N-634 y AS-12

    • Náutico San Esteban
      Paseo Marítimo. San Esteban de Pravia
    • 985 580 121 / 626 260 813
    • www.nauticosanesteban.com
      info@nauticosanesteban.com
    • Ch 9
    • 43º33'17.80''N,6º05'03.79'W
    • Número de amarres fijos: 80
    • No dispone de amarres de tránsito
    • Número de fondeos fijos: 11
    • Combustible: Sin Plomo
    • Calado Bocana: 2 m
    • Calado dársena: 3 m
    • Ancho bocana: 55 m
    • Agua en amarre
    • Luz en amarre
    • Club de vela
    • Aparcamiento
    • Cámaras de vídeo vigilancia
    • Recogida de basuras
    • Recogida de aceites y residuos peligrosos
    • Rampa de varada
    • Oficinas
    • Marina seca
    • Servicio de máquina de lavado a presión
    • Servicio público de transporte
    • Farmacia
San Esteban de Pravia, arte e carbone

San Esteban de Pravia sfoggia la sua splendida figura sulla riva sinistra del fiume Nalón, a pochi metri dalla sua foce nel Mar Cantabrico.

Quello che è stato il primo e unico porto di carbone della Spagna, nel pieno del settore nel ventesimo secolo, distribuiva il minerale per l'industria siderurgica. Sarà molto facile per voi immergervi nella sua storia grazie alle sue gru restaurate e alle banchine del suo porto, ora concentrato sull'attività di pesca e turistica.
D'altra parte, il famoso Percorso dei punti panoramici ha una vista spettacolare sulla ría e sui suoi dintorni, e combina elementi storico-industriali che vi daranno un'idea dello splendore del villaggio nel secolo scorso passeggiando tra i sentieri dei pescatori, "caleyas" (sentieri di villaggio) e binari ferroviari e osservando il patrimonio di quella splendida era.
Grazie alla sua impressionante posizione naturale, San Esteban ha attirato l'attenzione degli artisti, ed ha ospitato all'inizio del 20° secolo una straordinaria colonia tra cui il famoso poeta nicaraguense Rubén Darío.

Ma oltre alla sua vocazione artistica, San Esteban ha un'aria cosmopolita che lascia intravedere il suo passato indiano attraverso la sua architettura d'oltremare e le palme dei suoi giardini privati.
San Esteban de Pravia è unica, perché nessun altro villaggio di pescatori delle Asturie è capace di unire in questo modo la parte marittima, con l'industria e l'estrazione mineraria. Banchine e gru, ancora presenti sul lungofiume, si ergono come imponenti testimoni di un passato febbrile e industriale che ha reso San Esteban un grande epicentro della vita sociale, culturale ed economica delle Asturie. Al tramonto o di notte le gru di San Esteban sembrano giganti di metallo con un'illuminazione straordinaria...
In realtà una passeggiata a San Esteban sarà sufficiente per capire che è tutto a portata di mano: un fiume spettacolare, una piscina di acqua salata, la Cappella dello Spirito Santo (raggiungibile dopo aver salito 420 gradini), ed è il punto di partenza di un percorso di punti panoramici che vi lasceranno senza parole e che vi farà visitare la spiaggia di Aguilar, un porto di pesca e turistico, della gente molto attenta e un'atmosfera rilassata.

icono
San Esteban de Pravia
GPS:43.551594,-6.087052
Come arrivare »